Lenses_edited_edited.png

FAQ PSICOLOGIA

Chi è lo psicologo? Lo psicologo è un laureato magistrale in psicologia con conseguente superamento dell’esame di Stato ed iscrizione all’albo degli psicologi della sua regione. Svolge attività di prevenzione, sostegno, diagnosi, abilitazione e riabilitazione in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo e alla comunità.

Che differenza c’è tra uno psicologo e uno psicoterapeuta? Lo psicoterapeuta, a differenza dello psicologo, dopo l’iscrizione all’albo ha conseguito una specializzazione quadriennale in psicoterapia. Lo psicoterapeuta, grazie alla sua formazione, avrà la possibilità di affrontare tematiche più complesse e intraprendere percorsi di ristrutturazione, seguendo il modello offerto dalla sua scuola di specializzazione (cognitivo comportamentale, sistemico relazionale, dinamico, ecc..). 

Chi si rivolge allo psicologo/psicoterapeuta? Chiunque può decidere di contattare uno psicologo per avere un sostegno psicologico o iniziare un percorso di psicoterapia. I motivi che spingono la richiesta possono essere molteplici come affrontare momenti di crisi (separazioni, lutti, licenziamenti, conflitti, ecc..), gestire alcuni sintomi e ritornare ad una funzionale conduzione di vita, conoscere le emozioni e gestire comportamenti impulsivi, sviluppare maggiore consapevolezza di sé, migliorare la comunicazione, ecc..

Quanto dura un percorso? Non è possibile stabilire a priori la durata di un percorso psicologico. Le caratteristiche uniche di ogni persona fanno sì che gli obiettivi possano essere raggiunti in tempi differenti. I miglioramenti sono graduali e ognuno ha bisogno e deve darsi il giusto tempo.

Quanto costa una seduta? Il costo di una seduta si aggira in media intorno ai 50-60 euro. Le sedute di psicologia, rientrando nelle prestazioni sanitarie, possono essere detratte nella dichiarazione dei redditi. Dal 2016 lo psicologo notifica all’Agenzia delle Entrate le spese sostenute dai suoi pazienti, attraverso il Sistema Tessera Sanitaria.

Lo psicologo prescrive farmaci? No, lo psicologo non è un medico quindi non può prescrivere l’utilizzo di farmaci. Può capitare che lo psicologo collabori con il medico psichiatra che, in taluni casi, per la cura di alcuni sintomi che creano disagio alla persona, può decidere di prescrivere farmaci.